Sicurezza stradale: troppi incidenti a causa dello stato delle strade

Sicurezza stradale: troppi incidenti a causa dello stato delle strade

Lo stato penoso e vergognoso delle nostre strade causa un numero considerevole di incidernti della strada, vittima maggiormente esposte, i motociclisti

da in Associazioni Consumatori, Incidenti Auto, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Una buca della strada

    Parliamo tanto di sicurezza stradale, spesso additando la responsabilità dei tanti incidenti della strada alla guida spericolata di molti automobilisti e all’assenza di accessori per la sicurezza nelle auto, ma chi davvero guarda allo stato pietoso di tantissime nostre strade, chi davvero si adira, come dovrebbe, di fronte a Comuni che non sono neanche in grado di ribellarsi al pressappochismo di quelle aziende appaltanti che dopo i lavori di scavo non rimettono in ordine la rete stradale come si dovrebbe fare in una nazione civile.

    Perchè è proprio la scarsa attenzione riservata alla cura del manto stradale, l’assenza di norme che dovrebbero ispirarsi alla sicurezza stradale che, poi, nei fatti, determinano anche gravi incidenti della strada le cui vittime designate in primis sono i motociclisti. Lo rileva fra l’altro la nota Associazione Altroconsumo.

    In Italia, esaminando qualcosa come 2.500 chilometri di rete viaria, Altroconsumo afferma che la situazione delle strade è davvero precaria, lo dimostra anche il tristissimo dato che rileva come siano almeno 1.350 le vittime rappresentate dai motociclisti che ogni anno muoiono per incidenti, alcuni dei quali a causa delle condizioni del manto stradale.

    Chiamate in causa su questo indecoroso fenomeno, l’assenza di un’adeguata manutenzione e delle infrastrutture per non contare, a detta dell’Associazione, gli investimenti cosiddetti miopi; eclatante è il fatto di constatare quante buche mettano a repentaglio la sicurezza stradale dei motociclisti ed i guardrail ghigliottina per i centauri.

    Progettati, infatti, per camion e automobili, per i centauri in caso di impatto sono una sorta di mannaia. Secondo l’Associazione dei consumatori “basterebbe applicare dei dispositivi per attenuare l’urto, in modo da proteggere i motociclisti almeno dalle situazioni più a rischio”. Poi ci sono i filari di alberi, utili a delimitare il tracciato che, in caso di incidente, sono pericolosi quanto un palo o un pilastro: l’impatto contro questo tipo di ostacoli è all’origine di molti incidenti mortali. Anche queste barriere andrebbero protette con “cuscini” salvavita o manicotti in plastica.

    396

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Associazioni ConsumatoriIncidenti AutoMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI