Motor Show Bologna 2016

Speciale Salone di Francoforte: tantissime immagini ed un pizzico di polemica

Speciale Salone di Francoforte: tantissime immagini ed un pizzico di polemica
da in Bmw, Opel Agila, Salone di Francoforte 2015
Ultimo aggiornamento:

    Auto dopo auto, stand dopo stand, al Salone di Francoforte la certezza che coglie i visitatori è che quest’anno, alla 62 esima edizione della kermesse tedesca, di concept car, di nuovi modelli relativi a curiosità inedite e di tutto quanto si possa discutere in un salone dell’auto, se ne sarebbero viste tante, ma una su tutte, per questa edizione, farà la differenza, rispetto al passato la cura che i produttori hanno riservato alla costruzioni di vetture contraddistinte dalle basse emissioni di CO2.

    Un problema sentito dalle Case automobilistiche, a lungo sollecitate dai governi e dagli enti ambientalisti e al quale le Case lanciano la sfida con prototipi ed auto di serie definite ecologiche, eppure la T&E, l’autorevole associazione che da quasi 20 anni si occupa di impatto ambientale nel mondo dei trasporti, non ci sta, sostenendo che le emissioni, nello scorso anno, sono diminuite solo dell’0,2% e che dunque si discuterebbe molto per nulla, vista la situazione.

    Dalla loro le Case, parrebbero sforzarsi per ridurre l’impatto ambientale delle loro vetture e gli esempi non mancano di certo, Volvo e la sua ReCharge, l’auto ecologica della Casa svedese e lì pronta ad essere ammirata, come del resto fa Opel con la sua nuova Corsa Hybrid e Lotus che, con la sua ibrida, non farà mai rimpiangere le prestazioni di una sportiva; in chiave diversa, lo spirito è condiviso anche da BMW con il sistema EfficientDynamicis.

    Anche Mercedes, con la tecnologia Bluetec, mira al diesel sempre più pulito, come fa Volkswagen che, nei modelli diesel Blue Motion, rende poco inquinanti le auto così equipaggiate e caratterizzati da bassi consumi e il Blue Motion lo ritroviamo in Golf, ma anche in Polo e nelle nuove Passat. E che dire di Fiat che con la nuova Panda Aria, immette nell’atmosfera, soltanto, 69g/km di CO2 .

    Insomma, certo che si può fare di più e meglio, ma ci sembra anche eccessivo penalizzare un settore dove gli sforzi per raggiungere gli alti traguardi di tutela ambientale, per lo meno sono iniziati e i risultati si cominciano a vedere.

    Fuori da queste polemiche, comunque, il Salone di Francoforte, proprio oggi, ha aperto le porte di quello che si presenta, immediatamente, agli occhi dei visitatori, come un mondo riluccicante di colori, sfumature e suggestivi effetti visivi che lo rendono persino, a volte, fatato. Gli stessi suoni, irradiati dalla musica cangiante, al variare degli stand e che coprono, delicatamente, il chiacchiericcio dei tanti presenti, hanno un effetto rilassante e quanto mai indicato per abbandonarsi nel mondo dei motori, per fantasticare a bordo di un modello strepitoso o di un altro più alla portata del visitatore.

    Il tutto in una galleria di auto, una più bella dell’altra, che per un attimo è in grado di farci sognare, facendoci levitare dalla realtà del momento e proiettandoci, inconsapevolmente, in un’altra effimera che dura il tempo di un flash, quello necessario per immortalare, per sempre, la vettura dei nostri sogni.

    E, proprio qui, vogliamo, con la ricchissima galleria di immagini che vi mostriamo, estrapolarvi per un attimo dalla realtà e volare verso orizzonti lontani, accompagnati dalle linee sinuose e intriganti dell’auto capace di farvi provare, sempre più, nuove emozioni. Certo è nulla, rispetto alla visita vera e non virtuale, di un Salone dell’Auto come quello di Francoforte, ma un tour virtuale, a volte, è sufficiente lo stesso a farci….sognare.

    666

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BmwOpel AgilaSalone di Francoforte 2015

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI