Spyker, poca tradizione, tanta sostanza

Spyker, poca tradizione, tanta sostanza
da in Auto nuove, Auto sportive, Spyker
Ultimo aggiornamento:

    Spyker

    Non si può certo dire che la Spyker abbia un pedigree di grande pregio, innanzitutto perché nata in Olanda, molto famosa per i tulipani e meno per le auto ed avendo nel suo DNA più un passato nel settore aeronautico che terrestre, eccezion fatta per l’autobus realizzato dall’azienda per la famiglia reale olandese, questo non ha aiutato l’azienda a restare nella storia del migliore automobilismo europeo.

    Eppure, in breve tempo è riuscita ad assurgere a livelli alti di prestigio, competendo con i mostri sacri, più o meno blasonati, degli altri stati europei. Oggi si presenta con una supercar con un motore, derivato dalla Audi A8, potentissimo di 12 cilindri con prestazioni mozzafiato in grado di far raggiungere alla vettura una velocità massima di 325 km/h.

    Che nell’animo della Casa olandese vi sia la voglia di emergere in ambito automobilistico lo dimostrerebbe anche il fatto che è sua intenzione di produrre un prestigioso SUV, il D12 Peking, già visto a Ginevra tanto lussuoso quanto bello, con interni elegantissimi firmati da Louis Vitton e con un motore strepitoso di ben 600 cavalli di potenza.

    Unico limite di queste auto i tempi lunghissimi di attesa per averle, se, fra l’altro si ha la fortuna di poterne mai avere un’esemplare, visto che spesso sono prodotte in serie limitatissima e a prezzi davvero proibitivi, come la sportiva Spyker di prossima commercializzazione, che costa ben 310.000 euro….

    273

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveAuto sportiveSpyker
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI