Suzuki Splash, l’arma segreta giapponese

da , il

    Suzuki Splash, l’arma segreta giapponese

    La base l?eredita dalla Suzuki Swift e sarà un veicolo polifunzionale con un tipo di carrozzeria caratterizzata, in primis dall?altezza, 1,650 m., fatto questo che ne magnifica l?accessibilità e il confort, oltre che dalla larghezza, 1,780m e dalla lunghezza, 3,780m.; parliamo della concept Suzuki Splash, di cui alleghiamo diverse immagini.

    La concorrenza aspetta di fronteggiare questa nuova concept, che non a caso si colloca, in fatto di dimensioni e non solo, fra la Modus della Renault e la Peugeot 1007, anche se, nelle mire della Casa giapponese dovrebbero esserci elementi in più per fare la differenza di questa vettura rispetto alla concorrenza.

    Il propulsore di cui dovrebbe dotarsi la Splash, sarà un 4 cilindri in linea a 16 valvole di 1.200 cc. diesel con cambio a 4 velocità automatico. Sarà un motore sicuramente brillante anche se manca un elemento fondamentale per intendere la potenza di questo piccolo propulsore, il numero di cavalli che non sono stati comunicati. Una cosa è certa, i bassi consumi e il minimo impatto ambientale, potrebbero essere elementi in grado di fare la differenza con la concorrenza.

    Ottima in fatto di abitabilità e confort per cinque persone, particolare la strumentazione, a partire dalle luci soffuse in azzurro di quest?ultima che contribuiscono all?eleganza degli interni; su Splash nulla sarà lasciato al caso, anche considerando il grado di raffinatezza che l?equipaggiamento di bordo raggiungerà in questa vettura con strumenti in uso, come il computer di bordo, che segnala la velocità media, il carburante residuo, la marcia in uso e la distanza residua da percorrere con il quantitativo residuo di carburante nel serbatoio, spesso disponibili solo in auto di fascia alta. Nella strumentazione è anche compreso il navigatore satellitare, così come il volante incorpora anche i comandi dell?impianto audio.

    Ottima la dotazione di serie anche riguardo alla sicurezza, con sistema ESP, ABS, freni a disco autoventilati, cinture con pretensionatore, airbag laterali a tendina, sommatali, anteriori e frontali.

    Concludendo, quella che dovrebbe rivelarsi una vera e propria chicca giapponese di questi ultimi tempi, ha tutti i numeri per rappresentare per la concorrenza una seria minaccia, anche se il dato relativo al prezzo fin?ora manca e ciò è un elemento importante che potrebbe fare davvero la differenza