Tassiamo i SUV, perchè? per far cassa!

da , il

    SUV

    Secondo una recente indagine effettuata dai soliti “ addetti ai lavori” la vicenda che vedrebbe coinvolti i SUV, additati come veicoli inquinanti e, per via della loro stazza, colpevoli di consumare troppo, sarebbe pretestuosa e, in parte, priva di fondamento.

    Infatti, l’idea che un fuoristrada con caratteristiche stradali abbia consumi stratosferici non poggia su niente e ciò in quanto, i SUV, si classificano anche in base alla loro stazza e, proprio per questo, solo quelli giganteschi, pensiamo ad una BMW Serie X5 o ad una Mercedes Classe ML, consumano circa il 10% in più delle corrispondenti vetture berlina con lo stesso propulsore.

    Ma questi modelli, anche per via del costo stellare, sono poco diffusi, mentre SUV di dimensioni più ragionevoli, con motorizzazioni turbodiesel a costi più contenuti, sono particolarmente diffusi per via della maneggevolezza che offrono e, guarda caso, dei consumi, per non parlare del basso potere inquinante di cui sono capace i più moderni in grado, tornando ai consumi, di consumare, appunto, molto meno di una berlina a benzina.

    Motivo per cui, quale giustificazione avrebbero i nostri politici nell’aver individuato in queste vetture dei mezzi antiecologici al punto da doverli punire con una sovratassa, se non quella, solita, di voler far cassa a tutti i costi, gira e rigira, una volta con l’Autovelox, un’altra con i superbolli?