Terremoto Giappone: Honda blocca la produzione

Dopo il violento e devastante terremoto che ha colpito il Giappone le varie case automobilistiche hanno dovuto bloccare le proprie attività

da , il

    terremoto giappone honda

    In seguito al terremoto che ha colpito il Giappone, Honda ha diffuso una nota ufficiale in cui comunica che un dipendente della casa automobilistica ha perso la vita e altri trenta sono rimasti feriti. Il dipendente, che è rimasto ucciso durante il violento sisma, lavorava presso il centro di ricerca e sviluppo nella prefettura di Tochigi. L’uomo ha perso la vita mentre era in fabbrica, impegnato nel proprio lavoro.

    Honda ha anche comunicato che la fabbrica di Saitama ha sospeso tutta la produzione fino a data da definirsi, mentre a Suzuka le attività sospese inizialmente sono ripartite. Attività sospese anche in tre fabbriche Toyota, tra le quali l’impiato di Miyagi, inaugurato di recente e nel quale si assembla la nuova Yaris.

    Per quanto riguarda le altre case automobilistiche Nissan è stata costretta a chiudere quattro fabbriche situate nelle aree di Fukushimala, Kanagawa e Tochigi. Subaru ha chiuso cinque stabilimenti, ma per fortuna senza danni per i dipendenti. Nessun problema per Mazda, le cui sedi si trovano a Hiroshima e sono quindi molto distanti dall’epicentro del terremoto.