Toyota Prius si guida da sola grazie a Google

Toyota Prius si guida da sola grazie a Google

Google ha realizzato una Toyota Prius in grado di guidarsi da sola nel traffico

da in Concept Car, Curiosità Auto, Toyota, Toyota Prius
Ultimo aggiornamento:

    Toyota Prius Robot by Google 3 (foto Ramin Rahimian/New York Times)

    Un servizio del New York Times ha portato all’attenzione del mondo l’ultima novità tecnologica by Google. Il colosso di Mountain View, in California, ci ha abituato a tutta una serie di prodotti dedicati al mondo dell’interconnessione multimediale dei servizi, dai motori di ricerca alla gestione dei documenti, dalla navigazione satellitare alla posta elettronica. Questa sfida è di tutt’altra natura: una Toyota Prius in grado di guidarsi da sola nel traffico. Non una cosa che si vede tutti i giorni. Le sette vetture di prova della Google Car hanno percorso finora 1.600 km in totale autonomia e senza incidenti.

    Grazue a una doppia telecamera sul tetto, a una serie di sensori e ad un software segretissimo (che, manco a dirlo, sembra essere migliore e più efficace di tutti gli altri simili realizzati fino ad oggi) la vettura è in grado di svolgere da sola tutte le operazioni altrimenti affidate al guidatore. Ovviamente c’è posto a bordo per le persone, ma solo in veste di passeggeri.

    Toyota Prius Robot by Google 2 (foto Ramin Rahimian/New York Times)
    Ad opinione del quotidiano americano potremmo essere di fronte al primo prototipo di auto robot effettivamente funzionante ed utilizzabile. Se sarà prodotta in serie è ancora presto per dirlo. Fatto sta che durante tutti i chilometri di prova (224.000 con l’assistenza di un tecnico) c’è stato solo un tamponamento, per altro dovuto alla responsabilità di un automobilista che non ha rispettato la distanza di sicurezza.

    Toyota Prius Robot by Google (foto Ramin Rahimian/New York Times)
    Secondo gli ingegneri di Google, l’innovativo e misterioso software darebbe a questa Toyota Prius tempi di reazione più rapidi di quelli di un essere umano (mentre le precedenti auto senza pilota sono più lente), riuscendo anche a prevedere le mosse degli altri guidatori prima che inizino una manovra. Come faccia non si sa, ma sembra che sia in grado di analizzare micromovimenti della testa e delle mani degli altri automobilisti, o delle ruote dell’auto.

    444

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Concept CarCuriosità AutoToyotaToyota Prius
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI