Motor Show Bologna 2016

Yamaha TMAX: la nuova generazione ad EICMA 2016

Yamaha TMAX: la nuova generazione ad EICMA 2016

    Yamaha TMAX

    A presentare la nuova generazione della Yamaha TMAX c’è stato un ospite d’eccezione, Valentino Rossi che ha svelato di apprezzare moltissimo il TMAX e di essere uno “scooterista”. Il TMAX è ovviamente uno scooter, ma come tutti sanno ha un comportamento quasi più da moto che da maxi scooter, per questo nel corso degli anni la schiera dei fans di questo modello è divenuta così numerosa, comprendendo anche il campione di Tavullia. L’occasione giusta per far conoscere a tutti le caratteristiche del nuovo TMAX è stata l‘EICMA 2016, il salone della moto di Milano. Saranno tre le declinazioni di questo splendido scooter giapponese: TMAX, TMAX SX dall’animo sportivo e TMAX DX per una guida più turistica. Andiamo a conoscerli più accuratamente.

    Yamaha TMAX.jpg s

    Cosa rende ancora più speciale questa nuova generazione di TMAX, sicuramente la sua linea ancora più aggressiva rispetto al passato, focalizzata su un frontale compatto e affilato e una zona centrale corposa, sviluppata sul nuovo telaio in alluminio a “boomerang” che ha permesso di incrementare anche la capacità di carico del sottosella. Ma questo è solo l’inizio, perché oltre all’aspetto esteriore quello che non manca di nuovo è la ciclistica che è del tutto inedita: forcellone, cerchi ruota e lo stesso telaio sono stati realizzati allo scopo di abbattere il peso della macchina, mentre l’elettronica non è mai stata così all’avanguardia. I sistemi di sicurezza ABS e controllo di trazione sono offerti di serie su tutte le versioni così come l’avviamento “keyless”, la strumentazione TFT (a colori) e la predisposizione per il “D Air Safety System” di Dainese. Il motore è fondamentalmente lo stesso di prima, un bicilindrico frontemarcia da 530 cm3 ora però omologato Euro 4, mentre la gestione dell’acceleratore è affidata al nuovo sistema ride by wire YCC-T.

    Yamaha TMAX.jpg s

    Queste sono le nomenclature delle tre versioni previste per la nuova generazione di TMAX, ognuna con la propria personalità. TMAX è quello dal comportamento classico, perché chiamarlo versione standard sarebbe alquanto riduttivo, un mezzo bilanciato che offre le giuste emozioni ed un buon confort. L’SX, come ci indica la prima lettera, è la variante più sportiva che gode di aiuti alla guida tramite il sistema D-Mode che permette di modificare la mappatura del motore per accentuarne la sportività e donarle maggiore brillantezza. Ma anche l’occhio vuole la sua parte e per sottolineare maggiormente l’anima sportiva di questa versione, fanno la loro comparsa finiture più curate e sportive. TMAX DX è infine l’ultimo e più lussuoso, perché oltre al D-Mode disponibile anche sulla SX, per aumentare il piacere di viaggiare le dotazioni accrescono con: il cruise control, il parabrezza regolabile elettricamente, le manopole riscaldate e la possibilità di intervenire sul setting del monoammortizzatore. Sia SX che DX sono provvisti del nuovo sistema TMax Connect, che tramite l’apposita app consente di connettere lo scooter al proprio smartphone e condividere tragitti e dati attraverso la community multimediale.

    613

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI